IL DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DELLA DISABILITA', LO SCHEMA DEL MIO PROGETTO.   Stampa questo documento dal titolo: . Stampa

DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DELLA DISABILITA’ Istituzione: Presidenza del Consiglio dei Ministri Struttura generale: Dipartimento per le politiche della disabilità. Il Dipartimento si articola in non più di 2 uffici e in non più di 2 servizi. Funzione: Coordinamento delle politiche e delle azioni di Governo volte a promuovere il grado di inclusione sociale, a proteggere e garantire il pieno ed uguale godimento di tutti i diritti umani e delle libertà fondamentali delle persone con disabilità. In particolare: il Dipartimento promuove e cura l’attuazione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e del relativo protocollo opzionale, ratificata dall’Italia con legge 3 marzo 2009, n. 18. Il Dipartimento provvede, nelle materie contemplate dalla Convenzione ONU di cui sopra, al indirizzo coordinamento e monitoraggio nella utilizzazione dei fondi nazionali ed europei; agli adempimenti riguardanti l’acquisizione e organizzazione delle informazioni e la promozione e il coordinamento delle attività conoscitive di verifica, controllo, formazione e informazione; alla cura dei rapporti con le amministrazioni e gli organismi operanti in Italia e all’estero; alla adozione delle iniziative necessarie ad assicurare la rappresentanza del Governo negli organismi nazionali e internazionali; alla cura e al coordina mento dei rapporti con i soggetti operanti nel settore no-profit. Modifiche: Si segnalano le seguenti modifiche normative: - Introdurre all’art. 2, comma 2, del d.lgs.30/7/1999, n. 303 (Ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri) la lettera p):“Coordinamento delle politiche e delle azioni di Governo volte a promuovere il grado di inclusione sociale, a proteggere e garantire il pieno ed uguale godimento di tutti i diritti umani e delle libertà fondamentali delle persone con disabilità.” - Introdurre al DPCM 1 ottobre 2012 l’art. 16-bis rubricato “Dipartimento per le politiche della disabilità” con struttura e funzioni come sopra descritte. - Sopprimere la commissione di valutazione per la legittimazione ad agire per la tutela delle persone con disabilità di cui all’art. 16, comma 3, del DPCM 1 ottobre 2012, in quanto tale funzione è ricoperta dal Dipartimento in argomento. Azioni : si suggeriscono le seguenti azioni: - Nomina di un ministro senza portafoglio o sottosegretario; - Adozione di una legge o regolamento che disciplini le modalità per il rilevamento dei bisogni delle persone disabili, attraverso una interlocuzione diretta da parte del Dipartimento con associazioni e altri stakeholders in possesso di requisiti definiti nella predetta legge o regolamento, ai fini di una programmazione degli interventi e una corretta distribuzione delle risorse; - Adottare il medesimo modello organizzativo in ambito regionale. Trieste, 7/5/2015

Pubblicazione del: 12-10-2015


« Precedente   Elenco   Successiva »


Titolo Precedente: INCLUSIONE DELLE PERSONE CON DISABILITA' IN AMBITO LAVORATIVO: UN PROGETTO NATO DA UNA MIA IDEA, CHE STA VEDENDO LA LUCE ! CI STIAMO LAVORANDO ALACREMENTE.

Titolo Successivo: Collirio NGF presto in commercio

Elenco Generale